.
Annunci online

IL BLOG DEL PARTITO DEMOCRATICO CIRCOLO DI POMPIANO-CORZANO

15 aprile 2018
una riflessione sulla crisi Siriana

Riflessioni di un iscritto sulla crisi Siriana

 

Ogni volta che sorge un problema a livello internazionale o sorge una situazione nuova l’Italia continua a sciorinare la stessa litania che maschera in realtà l’assenza di una politica estera degna di un paese come il nostro. Il bombardamento dei siti siriani che producono armi chimiche proibite ad uso bellico, sono l’ennesimo esempio. Ricordo che Obama dovette affrontare lo stesso problema e ci furono accordi anche con l’Italia per ritirare dalla Siria le armi chimiche e renderle innocue ma che poi finì con le pernacchie di Assad e la risposta di Obama con la “primavera araba siriana” che ancora continua dopo 8 anni.

Dopo l’intervento di questi giorni di Usa, G.B. e Francia si assiste alle stesse dichiarazioni preoccupate di Martina e Gentiloni dietro alle quali, dicevo sopra, si cela il peggio ovvero la mancanza di una politica estera. Una osservazione elementare é che Sigonella è la base Alleata più vicina alla guerra in mediooriente volenti o nolenti l’Italia è  un obbiettivo!

Qualcuno crede ancora che siano bastate le mutande messe alle statue romane dal ministro Franceschini, quando è venuto in visita in Italia il ministro degli esteri iraniano, a far si che l’Iran non sia un nostro nemico? La verità è che non siamo né carne né pesce anzi siamo di peggio perché all’Unesco abbiamo votato risoluzioni che negano le nostre radici storiche per i  petrodollari !

A.V.




permalink | inviato da baratt0907 il 15/4/2018 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia gennaio